LA PUGLIA MIGLIORE LA COSTRUIAMO INSIEME. I CITTADINI DIVENTANO I PROTAGONISTI DELLA PROGRAMMAZIONE PARTECIPATA 2007-2013 - Sud in Europa

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

LA PUGLIA MIGLIORE LA COSTRUIAMO INSIEME. I CITTADINI DIVENTANO I PROTAGONISTI DELLA PROGRAMMAZIONE PARTECIPATA 2007-2013

Archivio > Anno 2006 > Maggio 2006
di Antonio SCOTTI (Borsista del Progetto "Sfera" presso la Regione Puglia)    
E' stata presentata l’8 febbraio scorso all’interno della prima assemblea regionale con le associazioni pugliesi di promozione sociale e rappresenta uno strumento politicamente innovativo con il quale i cittadini potranno attivamente contribuire alla costruzione del Dsp (documento strategico preliminare) per la gestione dei fondi strutturali utili nel prossimo sessennio.
È la “Programmazione partecipata 2007-2013”, che rappresenta un percorso istituzionale di consultazione parallelo a quello già intrapreso con i responsabili delle parti sociali attraverso i tavoli di concertazione.
Lo strumento della “Programmazione partecipata” si inscrive nella decisone più generale della Regione Puglia di riconoscere il valore della partecipazione all’interno dei complessi processi di definizione delle linee strategiche del territorio.
Quale migliore occasione, allora, se non quella della stesura del documento strategico preliminare per mettere in pratica questo proposito ed attuare una vera e propria novità nei processi decisionali delle politica.
La Regione Puglia, infatti, così come tutte le altre regioni italiane, sta stilando questo documento di programmazione al fine di delineare le proprie priorità strategiche di utilizzo dei fondi strutturali europei per l’arco di tempo intercorrente tra il 2007 e il 2013. Molto probabilmente potrebbe essere l’ultima volta che la Puglia potrà beneficiare di questi fondi (erogati all’interno delle aree caratterizzate da specifici problemi di carattere strutturale - obiettivo 1) e quindi mai come questa volta sarà importante predisporre un documento capace di dare impulso allo sviluppo dello nostro territorio regionale.
Per questo sono stati già avviati i tavoli di concertazione con le parti economiche, sociali e degli enti locali, ma questo tipo di coinvolgimento non è di per sé completo per valorizzare tutte le competenze e le esperienze dei soggetti attivi sul territorio.
Ed è per questo che parallelamente alla fase di consultazione, l’assessorato regionale alla trasparenza e cittadinanza attiva ha deciso di intraprendere una iniziativa inedita, che estende ai cittadini pugliesi la possibilità di poter contribuire sia al lavoro di analisi dei problemi e dei bisogni del territorio, sia per quanto riguarda la definizione degli obiettivi da raggiungere per il prossimo sessennio.
Una scelta nata dal desiderio di dare ai cittadini l’opportunità di vivere in maniera attiva e responsabile i periodi di tempo che intercorrono da una elezione all’altra, trasformandoli da attesa passiva in spazi di laboratorio in cui poter collaborare alla progettazione delle politiche locali. Una iniziativa inedita per il territorio pugliese ed utile a focalizzare l’attenzione su programmi strategici finalizzati alla promozione dello sviluppo integrato, evitando l’eccessiva frammentazione a cui non di rado i fondi europei sono stati soggetti nel passato.
Il percorso che si sta adottando per il coinvolgimento della cittadinanza attiva e la discussione pubblica prevede vari tipi di contatti tra cui un apposito sito (http://pugliattiva.regione. puglia.it) in cui, oltre che informazioni sul processo di partecipazione, sono inseriti dei forum che, con qualche estensione, riprendono gli ambiti tematici dei Tavoli Regionali. Per ciascun ambito tematico sono previste una serie di domande a cui singoli cittadini, organizzazioni, enti e soggetti sociali ed economici possono rispondere per fornire il proprio contributo in termini di rilevazione dei problemi e dei bisogni del territorio. Dopo l’analisi della situazione attuale, i contributi forniti dalla cittadinanza saranno elaborati e integrati con l’ausilio di testimoni privilegiati riconosciuti per la competenza maturata negli ambiti oggetto di intervento e, successivamente, saranno restituiti alla cittadinanza in apposite sintesi e in incontri pubblici che si terranno sul territorio regionale.
La conoscenza condivisa della situazione attuale è il prerequisito per la definizione degli obiettivi da porsi e delle relative strategie attuative. Infatti, una volta individuate le questioni problematiche, si passerà alla definizione dei progetti e degli interventi da predisporre, sempre con la partecipazione attiva dei cittadini, che all’interno di forum tematici potranno indicare soluzioni e obiettivi da perseguire, con lo scopo di giungere alla pubblicazione di un successivo programma. Questo sarà sottoposto a tutti i soggetti interessati o coinvolti verificando il consenso e articolando nel dettaglio i contenuti. L’intero lavoro di consultazione, apprendimento di esperienze e ascolto confluirà nel documento strategico che sarà presentato alla cittadinanza in un incontro pubblico a livello regionale.
Per chi non avesse l’opportunità di poter utilizzare internet, il depliant comprensivo delle domande afferenti agli undici forum di discussione, lo si potrà ritirare presso l’assessorato regionale alla trasparenza e cittadinanza attiva a Bari in via Celso Ulpiani 10 (70126). Sempre a questo indirizzo si potranno offrire i propri contributi inviando delle lettere; mentre chi volesse inviare un fax dovrà chiamare i numeri 080/5406675 – 080/546664 e chi vorrà spedire una e-mail potrà utilizzare il seguente indirizzo: pugliattiva@regione.puglia.it                                                                                                                     
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu