EURODESK: LO SPAZIO DI PROGETTAZIONE PER LE GIOVANI GENERAZIONI - Sud in Europa

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

EURODESK: LO SPAZIO DI PROGETTAZIONE PER LE GIOVANI GENERAZIONI

Archivio > Anno 2010 > Dicembre 2010
di Nicola ABBRESCIA (Responsabile Punto Locale Decentrato Eurodesk per la Provincia di Bari)    
Finalmente anche la Provincia di Bari ha il suo Punto Lo­cale Decentrato (PLD) Eurodesk, riferimento per gli enti, le istituzioni e le associazioni locali per la progettazione in ambito comunitario a favore dei giovani. Infatti Eurodesk è la rete europea per l’informazione dei giovani e degli operatori del mondo giovanile sui programmi e le iniziative nei settori della cittadinanza attiva, della cultura, della formazione, dell’occupazione, della mobilità giovanile e del volontariato. Dal gennaio 2000 Eurodesk è integrata nei programmi dell’Unione europea in favore della gioventù, nell’ambito dei quali ha assunto il ruolo di struttura informativa di riferimento congiuntamente con le Agenzie Nazionali dei programmi stessi. Eurodesk opera con il diretto supporto della Commissione europea e, in Italia, in cooperazione con l’Agenzia Nazionale per i Giovani e con le strut­ture ministeriali, regionali e degli enti locali preposte alle politiche giovanili.
Eurodesk opera per favorire l’accesso dei giovani alle opportunità offerte dalla mobilità educativa transnazionale comunitaria in diversi settori:scambi, cultura, formazione formale e non formale, lavoro, volontariato, ecc.
Eurodesk opera fin dal 1990 con l’obiettivo di accorciare le distanze tra mondo giovanile e istituzioni e tra centro e “periferie” dell’Unione europea. Per colmare questa distanza fisica e di linguaggio agisce su due livelli: una informazione aggiornata, attendibile e redatta in un linguaggio comprensibile a tutti; una rete di sportelli territoriali collegati attivamente tra loro.
L’evoluzione di Eurodesk è avvenuta per aggregazione progressiva. Infatti, nata in Scozia come progetto sperimentale, si è estesa prima all’intero Regno Unito e poi ad un numero crescente di Paesi membri, fino a diventare dal 2000 la rete ufficiale di informazione e orientamento sul programma Gioventù e sulle politiche giovanili promosse dall’UE. Oggi Eurodesk è presente in 30 Paesi europei, con strutture di coordinamento nazionali e oltre 1.000 punti di informazione decentrata sul territorio. La struttura della propria rete è a frattale, partendo dal livello europeo, ove la rete è coordinata da un centro risorse che ha sede a Bruxelles (l’ufficio Europeo Eurodesk). L’ufficio Europeo mantie­ne contatti diretti con la Direzione Generale Istruzione e Cul­tura della Commissione Europea ed è in rete con le 30 strutture na­zionali di coordinamento (Punti o Uffici di Coordi­na­mento Na­zionale). A livello nazionale, ciascun Ufficio di Coor­di­na­men­to opera in collaborazione con l’Agenzia Nazionale del programma comunitario Gioventù in Azione e coordina una rete di Punti Locali (PL), che offrono informazione e orientamento sul territorio.
In Italia, la rete nazionale Eurodesk è attiva dal 1997. La struttura italiana è gestita dall’associazione nazionale di promozione sociale Eurodesk Italy su destinazione da parte del Mini­stro/Dipartimento della Gioventù e incarico della Commissione europea. Eurodesk Italy coopera strettamente anche con l’Ufficio di Informazione del Parlamento europeo per l’Italia e la Rap­presentanza Italiana della Commissione europea nella realizzazione di campagne e progetti di comunicazione dell’Europa per i giovani; sviluppa inoltre iniziative con il sostegno del dipartimento per le Politiche Comunitarie presso la Presidenza del Con­siglio dei Ministri. La rete nazionale Eurodesk si è estesa nel corso degli anni collegando servizi e sportelli di diverso tipo (Help-desk di progettazione, informagiovani, centri per l’im­piego, servizi di informazione europea, ecc.) attivati da enti sia pubblici che privati.
Negli ultimi anni la Rete Nazionale Italiana Eurodesk ha promosso una sperimentazione per replicare a livello locale lo schema di funzionamento della rete europea e nazionale: le reti di Antenne Territoriali (AT). Attraverso una piattaforma tecnologica fornita da Eurodesk Italy, alcuni enti già aderenti al network in qualità di PL operano come hub, coordinando una sub-rete locale di punti presso istituti scolastici, centri di aggregazione giovanile o informagiovani comunali.
Eurodesk per la provincia di Bari è gestito da GIOSEF PUGLIA che in Italia è tra i soggetti firmatari del libro bianco per i giovani. Il PLD per la provincia di Bari ha promosso nel 2010 alcuni lavori: una pubblicazione nazionale sulla ricaduta del Patto europeo per la “gioventù” nelle politiche giovanili del territorio; “UExTE”: un progetto che invierà 8 ragazzi della Pro­vincia di Bari ad una simulazione del Parlamento Europeo presso il Parlamento Italiano; l’apertura dal 9 novembre, ogni martedì dalle 15.30 alle 17.30 in collaborazione con l’assessorato alle Politiche Educative e Giovanili, Accoglienza e Pace del comune di Bari presso lo “Spazio giovani” sito a Bari in via Venezia 41, un Help Desk sul programma Gioventù in Azione.
Qui di seguito segnaliamo, inoltre, alcune informazioni che possono essere utili ai giovani del nostro territorio:
l Concorso “Your Passport for Europe!”. British Institutes, in collaborazione con il Dipartimento di Lingue per le Politiche Pubbliche dell’Università “La Sapienza” di Roma ed Europass promuove “Your Passport for Europe!”, una competizione rivolta agli studenti di tutte le scuole per il conseguimento della certificazione di livello europeo CEFR per i livelli Young Learners e ESOL A1, A2, B1, B1+ e B2, basata sulla verifica delle abilità comunicative scritto, parlato, lettura ed ascolto. Agli studenti pri­mi di ogni categoria è offerta una borsa di studio per frequentare corsi di lingua inglese presso le sedi British Institutes in Italia o all’estero. Scadenza per la presentazione della domanda è il 30 novembre 2010. Per ulteriori informazioni: http:// big10.an4a. com/iniziative-inglese-certificazione-europea-per-la-scuola.php.
l Giornata di formazione a Montecitorio. La Camera dei deputati, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell'Università e della ricerca vuole avvicinare le istituzioni parlamentari al mondo della scuola. Trenta o quaranta studenti al massimo, accompagnati da uno o più docenti dell'ultimo biennio delle scuole, che abbiano affrontato studi sul sistema istituzionale o approfondito temi collegati all'attualità politico-parlamentare, potranno sviluppare un lavoro di ricerca da presentare sotto forma di tesina, dossier di documentazione o proposta di legge accompagnata da una relazione introduttiva e suddivisa in articoli. Le domande di partecipazione devono essere presentate ai direttori generali degli Uffici scolastici regionali entro il 1° dicembre 2010. Per ulteriori informazioni: http:// www.camera.it/499?giornata_formazione_info=10 .
l Concorso “Un Mondo a Colori”: L’Associazione Ponte Mediterraneo, in collaborazione con il Segretariato del Summit dei Premi Nobel per la Pace, ha indetto il concorso “Un Mondo a Colori” lanciato ogni anno il 2 ottobre in corrispondenza della Giornata della non-violenza e del Dialogo. Il concorso è rivolto agli studenti delle classi terze, quarte e quinte degli Istituti di Istruzione Secondaria di II grado ed ai giovani di età non superiore ai 30 anni che frequentano i corsi di italiano degli Istituti Italiani di Cultura o che studiano la lingua italiana presso le Università all’estero in collegamento con le nostre sedi diplomatiche. Gli elaborati presentati do­vranno vertere sulle tematiche riguardanti la convivenza, l’in­tegrazione ed il confronto fra culture e religioni diverse, ispirati a situazioni generali, a realtà particolari o a esperienze dirette maturate nel territorio o con i compagni di scuola; possono venire riportate situazioni positive tanto quanto problemi ed episodi negativi contro il dialogo e la convivenza. Possono partecipare i singoli studenti, la classe nel suo insieme o gruppi di studenti. Ogni classe o gruppo di studenti o singolo studente, può produrre non più di un elaborato, la cui selezione sarà a cura dell’insegnante o svolta autonomamente dai ragazzi stessi. Sono previste due sezioni: A) Sezione elaborato scritto: un elaborato scritto (in forma di racconto o articolo giornalistico o intervista) formato file PDF e word; B) Sezione elaborato artistico: un elaborato grafico, pittorico o fotografico (dimensioni libere) formato file PDF o JPG. Per l’iscrizione è sufficiente inviare entro il 31 dicembre 2010 una mail alla segreteria del concorso.Gli elaborati dovranno essere spediti entro il 30 Aprile 2011. Per informazioni:
http://www.istruzione.it/web/istruzione/prot6079bis_10.

Per ulteriori informazioni ed approfondimenti rivolgersi a:
GIOSEF PUGLIA – PLD Eurodesk per la Provincia di Bari
Via Filippo Massarenghi, 4 (P.zza Cattedrale) – Bitonto (BA)
Tel./fax: 080-9674098 e-mail: IT130@eurodesk.eu.
Orari di apertura al pubblico:
lunedì 9-13; mercoledì-venerdì 15-19.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu