16 DIPLOMATICI LATINO AMERICANI A BARI PER UN CORSO SULL'EUROPA - Sud in Europa

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

16 DIPLOMATICI LATINO AMERICANI A BARI PER UN CORSO SULL'EUROPA

Archivio > Anno 2006 > Maggio 2006
di Redazione    
Per sedici giovani diplomatici latino americani si sono aperte le aule della facoltà di Scienze politiche dell’Università di Bari. Gli ospiti, che provengono dal Sud America e precisamente dall’Argentina, Co-lombia, Costa Rica, Guatemala, El Salvador, Haiti, Nicaragua, Panama, Paraguay, Repubblica dominicana e Bolivia, hanno trascorso a Bari tutto il mese di Aprile, per seguire un corso di perfezionamento in Affari Europei intitolato “Il processo di integrazione europea ed il suo ruolo nelle relazioni internazionali”. Questo corso si inquadra nell’ambito delle iniziative avviate da anni con l’Argentina e in seguito con altri Paesi del Sud America.
L'Istituto Italo Latino Americano (IILA) in collaborazione con l'Istituto Diplomatico "Mario Toscano" e con la Direzione Generale per i Paesi delle Americhe del Ministero degli Esteri italiano propone corsi per Diplomatici Latino-americani.
Il Corso è riservato a funzionari diplomatici dei Paesi latino – americani membri dell’IILA selezionati dai rispettivi Governi e indicati all’IILA tramite le rispettive Ambasciate a Roma. Esso è volto a integrare la formazione dei frequentanti con specifici studi interdisciplinari di taglio europeo e internazionale, con particolare attenzione alle politiche dell’Unione Europea, al diritto comunitario, al funzionamento delle istituzioni europee e ai rapporti dell’Unione Europea con il resto del mondo.
L’Istituto Italo Latino Americano è formato da 21 Paesi rispettivamente Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Haiti, Honduras, Italia Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Repubblica dominicana, Uruguay e Venezuela. L’obiettivo dell’IILA è quello di sviluppare e coordinare la ricerca e la documentazione sui problemi, le realizzazioni e le prospettive dei Paesi Membri nel campo culturale, scientifico, tecnico e sociale; diffondere nei Paesi membri i risultati di detta ricerca e la relativa documentazione; individuare, anche alla luce di tali risultati, le possibilità concrete di scambio, assistenza reciproca e azione comune nei settori sopra menzionati.
Il corso, introdotto da un incontro conviviale offerto dal Corpo Consolare di Puglia e Basilicata, è stato presentato nell’Ateneo barese il 3 Aprile dal Rettore Giovanni Girone, dall’ex ambasciatore in Argentina e Venezuela, Ludovico Incisa di Camerana, dall’ambasciatore italiano in Lussemburgo, Raffaele Campanella e dal Preside della Facoltà di Scienze Politiche, Prof. Ennio Triggiani che è anche il coordinatore scientifico del corso.
Nel corso delle lezioni, diplomatici e professori universitari italiani hanno analizzato la teoria e la prassi attuale delle relazioni internazionali ed europee così da offrire ai partecipanti, attraverso il confronto ed il dibattito, l'arricchimento delle proprie conoscenze.
Docenti illustri quali i Professori Garzia, Monzali, Triggiani, Losurdo, Iannarelli, Valleri, Botta, Viesti e Cellamare hanno tenuto lezioni che spaziavano dai profili istituzionali e normativi al mercato unico con le quattro libertà, dai fondi strutturali alla disciplina della concorrenza, dall’Unione economica e monetaria alle varie politiche comunitarie quali quella agricola, dei trasporti, la politica estera e la giustizia e gli affari interni.
Inoltre il Prof. Pocar, Presidente del Tribunale Penale Internazionale per la ex Iugoslavia e Professore ordinario di Diritto Internazionale presso l’Università degli studi di Milano, appositamente venuto a Bari per l’occasione, ha tenuto una conferenza sull’applicazione del diritto penale internazionale nell’attività del Tribunale per la ex Iugoslavia.
Inoltre in collaborazione con il Comune di Bari e la Regione Puglia sono stati previsti incontri con numerosi enti, quali la Camera di Commercio, l’Acquedotto pugliese, Assindustria e la Fiera del Levante.
Non sono mancate tuttavia occasioni per far visitare ai graditi ospiti le bellezze della terra pugliese grazie al contributo del Comune di Bari, della Regione Puglia e del Consorzio Puglia DOC.
I lavori infine si sono chiusi a fine mese con un seminario conclusivo dell’Ambasciatore Paolo Faiola segretario generale dell’IILA.                                                                                                                     
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu